Concorsi

GAIA annovera tra le iniziative per diffondere la cultura ambientale e la sensibilizzazione verso le nuove generazioni, lo strumento del Concorso per le scuole.
Negli anni si sono susseguite diverse modalità di concorso rivolte a diversi ordini di studenti: dalle bustine di zucchero nei primi anni 2000 all'ultimo concorso Riciquark con elaborati innovativi. Cliccando qui si possono vedere i lavori presentati.
 

Gli obiettivi sono:

  1. creare interesse verso il mondo della gestione dei rifiuti
  2. portare gli studenti a visitare gli impianti di GAIA per farsi un'idea "concreta" di quello che vuol dire "TRATTARE I RIFIUTI URBANI"
  3. collaborare con le istituzioni scolastiche ad realizzare un'offerta formativa che rafforzi le conoscenze "ambientali"

GAIA in questo modo, oltre a far conoscere le proprie attività ai cittadini, fornendo informazioni per valutare gli investimenti pubblici fatti in questa direzione, ha collaborato attivamente all'educazione ambientale nelle scuole, di fatto anticipando quanto deciso dal Governo quest'anno “Tra le molte importanti misure per la scuola italiana contenute nel disegno di legge approvato in Consiglio dei Ministri ce n’è una che rappresenta una vera sfida culturale: il potenziamento dell' offerta formativa con l'introduzione di principi dell’educazione ambientale. Un primo passo per formare nuove generazioni di ‘nativi ambientali’ che sappiano compiere ogni scelta in chiave sostenibile, nel rispetto dell’ambiente e del territorio”. Lo afferma in una nota il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti, al termine del Cdm che ha approvato il ddl “La Buona Scuola” (tratto da http://www.minambiente.it/comunicati/scuola-galletti-con-ddl-arriva-educazione-ambientale-e-sfida-culturale)

 

 

 

Ultimo aggiornamento : 24/02/2017  
A cura di : Divulgazione e Informazione 1