SISTEMA DI GESTIONE DEI RIFIUTI DELL'ASTIGIANO

Il Sistema Integrato è l’insieme di strategie, attività e strutture che hanno come obiettivo finale la gestione dei rifiuti urbani sul territorio provinciale (raggiungere l’autonomia massimizzando il recupero e non dover esportare rifiuti altrove) tenendo presente gli obblighi imposti dal D.Lgs. n. 152/2006 (Testo Unico Ambientale) di:

  • riduzione della quantità dei rifiuti inviati in discarica;
  • diminuzione dell'impatto ambientale;
  • recupero di almeno il 35% dei materiali presenti nei rifiuti che diventano così riutilizzabili come materie prime (vetro, carta, plastica, metalli…);
  • minimizzazione e stabilità dei costi;
  • controllo e contenimento delle emissioni nell'ambiente.

L’attuale sistema integrato è stato previsto dal Piano Regionale del 1997 (D.C.R. n. 436-11546 del 30/7/97) e dal conseguente Programma Provinciale di Gestione dei Rifiuti 1998 - 2001.

per effetto della L.R. n. 24 del 24/10/2002  il sistema per la gestione dei rifiuti urbani provinciali (dal 2005) è realizzato secondo le seguenti modalità:

  • la Provincia è l'ente che ha il compito di elaborare e far attuare il programma provinciale di gestione rifiuti, il controllo delle attività di gestione, intermediazione e commercio dei rifiuti, la localizzazione degli impianti per il trattamento, recupero e smaltimento dei rifiuti, nonché l’approvazione dei relativi progetti e l’autorizzazione all’esercizio degli impianti, stipulare accordi per importazione e/o esportazione dei rifiuti con altre province, assicurare la gestione unitaria dei rifiuti urbani e delle relative emergenze, verificare e controllare le proposte del Consorzio di Bacino;
  • il Consorzio di Bacino CBRA (ente pubblico) composto dai rappresentanti dei Comuni, è l’organo di governo e di indirizzo che propone alla Provincia strategie e investimenti per raggiungere gli obiettivi di raccolta differenziata, ha il compito di organizzare il servizio di raccolta per tutti i Comuni della provincia nonché delineare i criteri tariffari per tutto il bacino di competenza;
  •  la società GAIA SpA ha la proprietà degli impianti di trattamento, recupero e smaltimento dei rifiuti urbani e il compito della gestione. La società GAIA SpA è a totale capitale pubblico e i soci sono tutti i 115 comuni del bacino astigiano.

 

Ultimo aggiornamento : 28/11/2011  
A cura di : Webmaster GAIA - Comunicazione