BENIN-ASTI: VISITA AL POLO TRATTATEMENTO RIFIUTI DI GAIA

Il progetto dal titolo “Sostegno ai mestieri legati alla valorizzazione dei rifiuti e alla protezione dell’ambiente a Ouidah e Bohicon in Benin” promosso dalla Ong CISV (Comunità Impegno Servizio Volontariato di Torino) e sostenuto dalla Regione Piemonte, ha come obiettivo il miglioramento delle condizioni economiche e ambientali della popolazione beninese rafforzando i consorzi di raccolta rifiuti e le associazioni artigiane che si occupano dei servizi di raccolta e valorizzazione dei rifiuti.

GAIA è stata invitata a partecipare al progetto come partner tecnico e dovrà collaborare in particolare alla realizzazione di un atelier di formazione sul compost a favore degli agricoltori nonché allo start-up di attività legate alla valorizzazione dei rifiuti. Il primo passo è lo scambio di conoscenze tra il Nord e il Sud già iniziato con la missione dell’Ing. Matteo Fischetti –responsabile dell’Ufficio Tecnico di GAIA- avvenuta ad inizio settembre, interamente finanziata dal progetto, e proseguita oggi con la visita del responsabile del consorzio Usirto, Ogou Maixent, che ha visitato il sistema integrato astigiano.

Dal 2001 la protezione dell’ambiente urbano e la formazione professionale dei giovani beninesi è affidata ai Comuni, che però non hanno adeguati trasferimenti di risorse dallo Stato. La cittadinanza ha preso l’iniziativa di sopperire alla mancanza di interventi pubblici creando associazioni e consorzi  nella speranza di creare anche nuove opportunità di lavoro. Il progetto sostiene le organizzazioni della società civile che si occupano dell’igiene urbana e della formazione di giovani che abbandonano la scuola: in questo modo possono acquisire le conoscenze necessarie per lavorare nel campo del valorizzazione dei rifiuti e tutela dell’ambiente.

Per il Presidente di GAIA Ing. Giovanni Periale “è un onore essere individuati dal CISV e dalla Regione Piemonte come soggetto che contribuisce a progetti di cooperazione nel campo della gestione rifiuti. Nelle finalità sociali ed etiche di GAIA si privilegia la cooperazione con scambi tecnico professionali piuttosto che donazioni economiche. Lo scambio di cultura industriale può aiutare i popoli là dove sono e, allargando gli orizzonti, può far nascere nuove idee anche a noi.”

Ultimo aggiornamento : 07/02/2012  
A cura di : Webmaster GAIA - Comunicazione  

<< PAGINA PRECEDENTE