GAIA e SLOW FOOD: Orto in condotta

Prosegue la collaborazione tra Slow Food, GAIA, Coldiretti, Scuola primaria di Nizza e Unione Collinare Vigne e Vini. Attraverso l'iniziativa “Orto in condotta” sostenuta da un progetto triennale di Slow Food, si sviluppano percorsi formativi per gli insegnanti, attività di educazione alimentare e del gusto e di educazione ambientale per gli studenti e seminari per genitori e nonni ortolani.
Nella primavera 2011 è iniziato il progetto, si sono preparati i terreni, concimati con il compost e piantate le prime verdure.
Lunedì 12 Novembre 2012, in occasione della quinta festa nazionale degli “orti in condotta”, gli alunni hanno approfondito il discorso sulla frutta: produzione, stagionalità, trasformazione e consumo con una attenzione particolare alla territorialità.
La Condotta delle Colline Nicesi “Tullio Mussa” segue in prima linea l’organizzazione dell’iniziativa nelle scuole primarie dell'Istituto comprensivo di Nizza Monferrato. Presso la scuola Rossignoli gli studenti hanno messa a dimora un albero di melo, un albero di albicocco (offerti dal Comune) e un ciliegio (offerto dalla Condotta), hanno seminato dell’aglio offerto dalla Coldiretti Asti, il tutto concimato con l'ammendante compostato misto prodotto all'impianto di GAIA, offerto e consegnato gratuitamente dall'azienda direttamente alla scuola.

L'esperienza della piantumazione, le attività didattiche e la concimazione dell'orto con il compost derivato dal recupero dei rifiuti organici della raccolta differenziata, sono state ripetute anche alla scuola primaria di Mombaruzzo.

L'orto rappresenta uno strumento didattico per conoscere il territorio, i suoi prodotti e le sue ricette, l’occasione per incontrare esperti artigiani, produttori, imprese e chef della comunità locale.
L' “orto in condotta” deve presentare alcune caratteristiche:
- il terreno deve essere coltivato per tutta la durata del progetto
- la coltivazione deve essere biologica o biodinamica
- le varietà coltivate devono essere quelle tipiche del territorio regionale
- è vietata la coltivazione di prodotti geneticamente modificati
- devono essere privilegiati i prodotti che possono essere raccolti e consumati durante l'anno scolastico
 

Ultimo aggiornamento : 11/27/2012  
A cura di : Webmaster GAIA - Comunicazione  

<< PAGINA PRECEDENTE

Avvisi e Bandi