DA SETTEMBRE: Sì, ALLE MACERIE EDILI “DOMESTICHE” ALL’ECOSTAZIONE DI BUBBIO

A partire dal 1 settembre presso l’ecostazione di GAIA a Bubbio, in Regione Infermiera, è stato posizionato un cassone scarrabile della capacità di 20mc per lo stoccaggio di materiali inerti prodotti esclusivamente da utenze domestiche quali ad es. miscugli o scorie di cemento, mattoni, mattonelle e ceramiche. Sarà TASSATIVAMENTE ESCLUSO il conferimento da parte delle imprese edili.

Occorre precisare che presso le ecostazioni di GAIA non possono essere conferiti materiali in lana di roccia, in fibrocemento contenenti amianto e lastre bituminose.

L’Ecostazione di GAIA a Bubbio è al servizio degli abitanti di Cassinasco, Castel Boglione, Castel Rocchero, Cessole, Loazzolo, Monastero Bormida, Montabone, Olmo Gentile, Roccaverano, Rocchetta Palafea, San Giorgio Scarampi, Serole, Sessame, Vesime oltre ai bubbiesi. E’ aperta al mercoledì dalle 8 alle 12 e dalle 14 alle 17, al sabato dalle 8 alle 12.

L’area attrezzata è utilizzata soprattutto per i rifiuti che non sono intercettati dalle normali raccolte differenziate. I privati cittadini, oltre alle macerie edili, possono conferire gratuitamente:

- carta, plastica, vetro, lattine, toner, indumenti, oli vegetali, ingombranti (mobili e arredi, materassi…);

- apparecchiature elettriche ed elettroniche (i RAEE) come frigoriferi, televisori, materiale informatico, piccoli e grandi elettrodomestici, lampade fluorescenti, neon…

- materiali provenienti da operazioni “fai da te” su veicoli (olio a motore, batterie, pneumatici).

Per accedere all’Ecostazione occorre:

- presentarsi con un documento di identità e/o il bollettino di pagamento della Tassa rifiuti, per verificare l’appartenenza ai Comuni che aderiscono all’Ecostazione;

- rispettare le indicazioni dell’operatore, anche nel caso di rifiuti che non si possono accettare (es. lastre di amianto, lana di roccia, catramina…)

Le imprese che vogliono conferire rifiuti “assimilati” agli urbani devono informarsi presso il Comune di appartenenza e agli uffici di GAIA (0141.476.703) per stipulare apposita convenzione.

 

Ultimo aggiornamento : 9/13/2016  
A cura di : Webmaster GAIA - Comunicazione  

<< PAGINA PRECEDENTE

Avvisi e Bandi