Rapporto Comieco 2012, aumenta il riciclo di carta e cartone

Nonostante la crisi abbia 'abbattuto' la produzione di rifiuti urbani, pari al -4% come documentato dal recente rapporto Ispra, la raccolta differenziata di carta e cartone da imballaggio in Italia è sostanzialmente stabile, attestandosi anche nel 2012 poco al di sotto dei 3 milioni di tonnellate. Il calo è quindi più contenuto, pari al -2,3%, ovvero -68mila tonnellate. Ad affermarlo è Comieco, il Consorzio nazionale recupero e riciclo degli imballaggi a base cellulosica, nel 18esimo Rapporto 2012 su Raccolta, riciclo e recupero di carta e cartone.

Il dato più evidente, nonostante la contrazione dei consumi e il conseguente calo dell’immesso al consumo degli imballaggi cellulosici, è relativo all'aumento del tasso di riciclo, pari all’84,5%, +6% rispetto all’anno precedente. Cala lievemente il dato della raccolta procapite attestandosi a 48,9 kg, 1,7 kg del dato del 2011. La raccolta non è omogenea nelle tre macroaree: è infatti al Nord che il calo dei volumi è più sentito (-3,2%), seguito dal Sud (-1,5%) e dal Centro (-0,5%).

Complessivamente la rete Comieco nel 2012 ha preso in carico circa 1,6 milioni di tonnellate di carta e cartone, agendo tramite le convenzioni con il 71,8% dei Comuni italiani, per una copertura complessiva di oltre 51 milioni di abitanti. Il dato complessivo è in calo rispetto al 2011, con 300 mila tonnellate in meno, -16%. Di contro nel solo 2012 i corrispettivi trasferiti ai Comuni italiani in convenzione sono stati pari a 94 milioni di euro, un dato da inserire nel percorso complessivo di Comieco, che dal 1998 a tutto il 2012 ha trasferito alle amministrazioni e ai gestori oltre 960 milioni di euro.

Dal dettaglio regionale il calo appare generalizzato, che colpisce particolarmente le regioni stabilmente ai vertici della classifica nazionale come Piemonte (-3,9%), Trentino Alto Adige (-3,7%), Lombardia (-3,6%), Toscana (-5,6%), ed Emilia Romagna (-2,9%). Nonostante il decremento, è sempre l'Emilia Romagna a registrare il dato di raccolta pro-capite più alto, pari 81,5 Kg/ab, seguita da Trentino Alto Adige, 80,2 kg/ab-anno, e Valle d’Aosta, 75,9 kg/ab-anno. Da rilevare che al Centro tre Regioni su quattro evidenziano dati in controtendenza rispetto agli andamenti negativi del Paese: il Lazio con +3,9%, le Marche con +1,2% e l'Umbria con +3,2%. Da segnalare l'incremento nella raccolta in Sicilia, pari al +3,4%, segnale incoraggiante per la Regione che negli ultimi anni ha occupato l’ultima posizione nella classifica di raccolta procapite.

Persino nelle grandi città, nonostante il calo dei consumi, la raccolta di carta e cartone appare in alcuni casi addirittura in crescita: a Milano (+2,8%), Roma (+1,6%) e soprattutto a Napoli (+15,7%). Diverso il caso di Palermo dove il calo della raccolta differenziata totale (-4,1%) risulta tuttavia largamente inferiore alla riduzione del rifiuto urbano totale (-7,6%).

Parlando di riciclo, infine, il rapporto sottolinea come l'intero sistema di raccolta e recupero di carta e cartone abbia consentito, tra il 1999 e il 2012, di evitare 270 discariche, con benefici economici stimabili pari a 4,3 miliardi di euro. “Il riciclo di carta e cartone”, spiega il Rapporto, “è un vero fiore all’occhiello della green economy italiana: considerando occupazione e l’indotto, il valore della materia prima generata dal riciclo e i mancati costi di smaltimento, i benefici economici che il sistema ha prodotto nel 2012 sono pari a 405 milioni di euro”.

“L’Italia si conferma eccellenza europea nel recupero e riciclo di carta e cartone: nel 2012 oltre 9 imballaggi su 10 sono stati recuperati e riciclati” afferma Ignazio Capuano, Presidente Comieco. “In alcune aree del Paese, soprattutto al sud, le performance di raccolta differenziata sono tuttavia ancora sotto gli standard; per questo motivo, attraverso Ancitel, Comieco ha istituito uno sportello tecnico per sostenere lo sviluppo della raccolta differenziata di carta e cartone stanziando, in via sperimentale per il 2013, un budget complessivo di un milione di euro”. 

fonte: tecnici.it

Ultimo aggiornamento : 7/11/2013  
A cura di : Divulgazione e Informazione 1  

<< PAGINA PRECEDENTE

Avvisi e Bandi