BIOLEAR+ PRESENTATO AD ECOMONDO E VENEZIA

L’Ingegnere Matteo Fischetti, responsabile dell’Ufficio Tecnico di Gaia spa, traccia un bilancio delle due esperienze seguite alla presentazione del progetto Biolear+ alla discarica di Cerro Tanaro, tenute ad Ecomondo 2014 e ad un simposio svoltosi a Venezia..

Quali erano gli obiettivi della partecipazione di Gaia spa ad Ecomondo e Venezia?
Entrambi gli eventi facevano parte delle iniziative di divulgazione del progetto rivolte a tecnici del settore, ricercatori e, più in generale, al pubblico interessato. A Ecomondo la presentazione di Biolear era rivolta ad un pubblico ampio e variegato ed è stata inserita all’interno di un convegno sulla ricerca industriale applicata nell’ambito dei rifiuti.
A Venezia GAIA ha partecipato al Venice Symposium 2014, un’importante biennale dedicata alla ricerca accademica riguardante la filiera dei rifiuti. È stato organizzato un workshop in collaborazione con il Politecnico di Torino, partner di GAIA nel progetto.

Cosa ha presentato Gaia in queste due uscite?
GAIA ha presentato lo stato di avanzamento del progetto e le iniziative previste nel 2015 (ultimo anno della sperimentazione)

Come è stato l’interesse e il coinvolgimento degli uditori ai convegni dove Gaia ha tenuto relazioni?
In entrambe le occasioni abbiamo riscontrato un notevole interesse per il progetto; per quanto riguarda il riscontro di pubblico, a Ecomondo erano presenti un centinaio di persone. A Venezia i partecipanti al workshop sono stati una decina, un buon numero considerato il pubblico estremamente più ristretto e selezionato rispetto alla fiera Ecomondo

Bilancio di queste uscite?
Bilancio sicuramente positivo: oltre alla diffusione del progetto, richiesta dalla Commissione Europea che lo ha finanziato, in entrambe le occasioni abbiamo attivato contatti e instaurato collaborazioni utili per la prosecuzione del progetto, che si concluderà nel 2015.
 

 

Ultimo aggiornamento : 08/01/2015  
A cura di : Divulgazione e Informazione 2  

<< PAGINA PRECEDENTE