GAIA SPA - via Brofferio 48 - 14100 Asti - www.gaia,at.it
 
Asti, 9 maggio 2012

I rifiuti del 2011

Sebbene il quantitativo complessivo di rifiuti trattati da GAIA è ormai stabile da 3 anni intorno alle 90.000 tonnellate/anno, sotto l’apparente equilibrio si nascondono scenari diversi: i rifiuti indifferenziati sono diminuiti del 29% (da 32.247 a 27.976 tonnellate) mentre plastica e lattine sono aumentati del 31% (da 8.912 a 11.199 tonnellate), risultato costruito con i conferimenti di materiali provenienti dal Comune di Alessandria. Si tratta di un ottimo risultato dal punto di vista ambientale: il bacino astigiano vede diminuire sensibilmente la frazione “non recuperabile” di rifiuti e viceversa avvia al recupero quantitativi sempre maggiori di materiali.

Si registra anche la diminuzione dei rifiuti conferiti dai Comuni Soci: si è passati dalle 81.930 tonnellate del 2010 alle 78.242 del 2011 (-4,5%). La diminuzione maggiore, in valore assoluto, si è avuta con i rifiuti indifferenziati (4.322 tonnellate in meno) plastica e lattine (-1.247t) e la carta (-478t); unica eccezione significativa in aumento i rifiuti organici (+1.522 t).

Questa situazione, unita a una diminuzione dei rifiuti dovuta alla congiunturale crisi economica, ha indotto GAIA a cercare nuovi clienti per compensare i costi fissi a beneficio della comunità astigiana. Il piano industriale e le strategie future sono volte a saturare la potenzialità degli impianti con rifiuti speciali assimilabili delle attività produttive all’interno del bacino astigiano e con i rifiuti urbani provenienti dalle raccolte differenziate extrabacino.

 

Vai all'articolo: Astigiano: qualità della RD
Vai all'articolo sulla tipologia di rifiuti:: La Plastica
Vai all'articolo sulla tipologia di rifiuti:: L'Organico
Vai all'articolo sulla tipologia di rifiuti:: La carta