GAIA SPA - via Brofferio 48 - 14100 Asti - www.gaia,at.it
 
Asti, 9 maggio 2012

Astigiano: la qualità delle raccolte differenziate

A due anni dall’introduzione delle analisi merceologiche agli impianti di GAIA, si può fare un primo bilancio dei risultati. L’iniziativa è partita per contenere il fenomeno delle impurità in ingresso agli impianti di GAIA; alla base il principio di equità per tutti i Comuni: se consegni materiale troppo sporco paghi di più in quanto l’aumento dei costi per la pulizia del materiale e lo smaltimento degli scarti non deve ricadere su chi fa una buona raccolta differenziata. Nel 2011 in tutto, su carta, plastica/lattine e organico, sono state eseguite 579 analisi merceologiche.
I Comuni hanno collaborato accettando i controlli e hanno attivato le azioni necessarie per migliorare la qualità delle raccolte differenziate. L’accordo ANCI/CONAI, dopo aver perseguito per anni l’obiettivo di raggiungere alte percentuali di raccolta differenziata in termini di quantità, oggi punta sempre di più sulla qualità e i contributi sono erogati solo se si rispettano le soglie stabilite.

Riepilogo delle impurità riscontrate nel 2011

Andamento delle impurità in ingresso agli impianti di GAIA dal 2009 al 2011

 

Vai all'articolo: I rifiuti del 2011
Vai all'articolo: Astigiano: qualità della RD
Vai all'articolo sulla tipologia di rifiuti:La plastica
Vai all'articolo sulla tipologia di rifiuti:L'Organico
Vai all'articolo sulla tipologia di rifiuti:La carta